Ricerca persone scomparse 

Il triste fenomeno delle persone scomparse è in aumento in Europa e, soprattutto, in Italia dove spariscono in media 25 persone al giorno. Dal 1974 ad oggi, infatti, si contano più di 37.000 casi di persone che hanno fatto sparire le proprie tracce.

Ma quali sono i motivi scatenanti? Cosa si può fare se un nostro familiare o conoscente sparisce nel nulla e come funziona la ricerca persone scomparse?

Nell’era dell’informazione, tutti lasciano una traccia digitale. Se tuttavia la persona scomparsa sembra non averne una, significa che si necessita una ricerca molto più approfondita. Oggi grazie alla presenza di motori di ricerca e altri innumerevoli social media, si pensa che sia impossibile che una persona possa completamente sparire, purtroppo però non è così ed è per questo che si necessità dell’aiuto di professionisti come i carabinieri o le forze dell’ordine in generale o di figure specifiche come quella dell’investigatore privato.

Quando si può denunciare la sparizione di una persona?

Quando una persona si allontana dal luogo del proprio domicilio o residenza e non si hanno più notizie per un arco di tempo significativo e, inoltre, ci sono serie incertezze sulle sorti della persona, si parla di scomparsa.

Le ragioni per cui una persona decida di allontanarsi senza lasciare traccia possono essere tante. Di solito si tende a dividere il fenomeno in due:

  • Sparizione volontaria: la fuga volontaria equivale ad una scelta personale e ponderata del soggetto che, guidato dalla propria fragilità e disperazione, si illude di risolvere i propri problemi allontanandosene, seguendo un sogno o la speranza di una vita nuova. Poco importa se qualcuno possa soffrire di una tale scelta.
  • Sparizione coatta: in questo caso, la situazione potrebbe essere più complicata. Il soggetto potrebbe essere, ad esempio, vittima di una sudditanza psicologica che lo porta ad allontanarsi dai suoi affetti per seguire un’altra persona. O potrebbe trattarsi di un rapimento o un allontanamento, comunque, non voluto direttamente.

Cosa dice la legge

Oggi, in poche ore si può raggiungere qualsiasi meta e sparire senza lasciare indizi, qualche tempo fa, però, era prassi giuridica l’attesa di ben 48 ore prima di poter denunciare una scomparsa e far cominciare le investigazioni.

Per fortuna, a rimediare a questo disagio è arrivata la legge 203, del novembre 2012, che disciplina una volta per tutte le procedure da avviare in caso di persone scomparse. Il provvedimento, infatti, prevede che:

Grazie alla legge 203, le possibilità di ritrovare una persona scomparsa si fanno più alte, poiché è proprio durante le prime ore dalla sparizione che si può riuscire a rintracciare il soggetto o, comunque, di ricostruire più facilmente le sue attività e si evita di contaminare il quadro investigativo a causa di un’inutile dilatazione temporale.

Quando le forze dell’ordine ricevono, quindi, una denuncia di scomparsa si avviano da subito le ricerche.

Cosa può fare l’investigatore?

Quando un nostro caro scompare, la prima regola è mai condurre da soli un qualsiasi tipo di indagine poiché, si è coinvolti emotivamente, e per questo si corre il rischio di inquinare le ricerche. Meglio quindi rivolgersi alle forze dell’ordine e ad un investigatore privato.

La ricerca persone scomparse è un’attività molto difficile e necessita indagini molto complesse, basandosi su abitudini e informazioni fornite dai conoscenti e i parenti dello scomparso. L’investigatore deve assolutamente:

  • Conoscere il ricercato: l’investigatore deve imparare a conoscere profondamente colui che sta ricercando. Conoscenze, finanze, frequentazioni, moralità, abitudini, comportamenti e fisicità non devono avere segreti. Più l’investigatore conosce il ricercato, tramite le testimonianze di chi lo frequentava, più è facile riuscire a intuirne le mosse, i luoghi in cui cercare e valutare i pericoli che sta correndo.
  • Applicare un tipo di ricerca valutando alcuni fattori: l’investigatore dovrà distinguere il ricercato a seconda del sesso, dell’età, degli eventuali disturbi psichici e caratteriali, della motivazione dell’allontanamento, dalla nazionalità. Per ogni categoria, bisognerà attuare un piano di ricerca ben preciso e personalizzato.

In questa guida abbiamo cercato di riassumere al meglio tutto quello che riguarda la sparizione di una persona, in speranza che non siate voi i diretti interessati